La displasia...

È una malformazione dell’articolazione coxo-femorale (anca) che si sviluppa durante la crescita del cane. L’anca è costituita da una perfetta coordinazione fisica tra la testa del femore e l’acetabolo, ovvero la possibilità di un incastro tra la prima e la cavità del secondo. In condizioni di salute piena, la testa del femore deve poter ruotare nello spazio offerto dall’acetabolo, senza dolori e senza problemi così da garantire movimento alla zampa.

 

Canine displasia dell'anca nel cane
La mancata coordinazione e sintonia

fisica tra le due parti è segno della

patologia e caratterizza un’usura errata

della cartilagine articolare. Quindi se le

due parti non risultano morfologicamente

complementari, si crea un significativo

attrito. In seguito è possibile il

sopraggiungere di un’artrosi cronica

progressiva, che può risultare dolorosa e spesso condizionare il movimento del cane.
Lo sviluppo della displasia dell'anca è determinato da una interazione di fattori genetici e ambientali, anche se c'è un motivo complesso di eredità per questo disturbo, con più geni coinvolti. 

La displasia dell'anca è una delle malattie scheletriche più comuni riscontrate nei cani. Il sesso non sembra essere un fattore, mentre alcune razze hanno una propensione genetica maggiore a riscontrare questa malattia. In particolare le razze medio-grandi risultano essere le più colpite, e ahimè, anche il nostro Golden Retriever fa parte di questa categoria ad alto rischio!

La displasia dell'anca spesso inizia mentre un cane è ancora giovane e fisicamente immaturo. L'insorgenza precoce di solito si sviluppa dopo quattro mesi di età. Ci sono anche casi di insorgenza tardiva, dove displasia sviluppa dopo per osteoartrite, una forma di infiammazione articolare (artrite) che è caratterizzata dal deterioramento cronico, o degenerativo della cartilagine articolare.


Sintomi e Tipi
I sintomi dipendono dal grado di gravità della patologia, il grado di infiammazione articolare e la durata della malattia.

• malattia precoce: i segni sono legati alla scioltezza articolare o lassismo
• malattia tardiva: i segni sono legati alla degenerazione articolare e osteoartrite
• diminuzione dell'attività motoria
• riluttanza a correre, saltare, o salire le scale
• intermittente o persistente zoppia arti posteriori, spesso in peggioramento dopo    l'esercizio
• "bunny-hopping", o ondeggiando andatura
• stretta presa di posizione degli arti posteriori (zampe posteriori innaturalmente vicine tra loro)
• dolore alle articolazioni dell'anca
• diminuzione gamma di movimento delle articolazioni dell'anca
• perdita di massa muscolare nei muscoli della coscia
• l'allargamento dei muscoli della spalla, il cane per evitare di caricare peso sui fianchi cerca di spostarlo sulle spalle anteriori, questo lavoro extra comporta un maggior sviluppo dei muscoli della spalla.

Le cause
Influenze sullo sviluppo e la progressione della displasia dell'anca sono concomitanti con entrambi i fattori genetici e ambientali:
• predisposizione genetica per la scioltezza dell'anca o del lassismo
• rapido aumento di peso e l'obesità
• fattori nutrizionali
• massa pelvica-muscolare
• traumi articolari 

 

Cosa da sapere...

Visto la complessità della genetica, NESSUNO può garantire un cane esente da displasia, ma sicuramente con particolare accorgimenti si può ridurre il rischio al minimo.

Il nostro allevamento si pone l'obiettivo di far nascere e crescere cuccioli sani in tutti i loro aspetti, displasia in primis.

Ciò che facciamo al "Il Castello Dorato"è frutto di esperienza e professionalità. Cercardo il più possibile di creare un "ricambio genetico", cioè evitando di incrociare cani legati da parentele, ed assicurandoci che tutti i genitori siamo esenti da displasia. 

Un ruolo molto importante lo riveste anche l'alimentazione e l'integrazione che viene fornita ai cuccioli e alle madri fin dai primi giorni di vita, questo consente uno sviluppo del animale regolare e il più sano possibile.

Displasia anca